homepage




DOVE:
Piazza del Ferrarese
Comincia in piazza la prima parte del percorso formativo per grandi e piccini, con prove pratiche e un’area giochi per spiegare in maniera semplice e divertente le proprietà e qualità dell’extravergine, le sue caratteristiche, le differenze tra i diversi territori, i migliori impieghi in gastronomia, con:

il “Gioco dei Sensi”, per mettere alla prova il “fiuto” da degustatori dei visitatori. I partecipanti vengono invitati all’esame gusto olfattivo di alcuni campioni di extravergine pugliesi, per riconoscere in quali prevalgono i sentori tipici delle cultivar indicate (pomodoro, rucola, mandorla, etc.). Il gioco prevede un’assistenza speciale per gli ipovedenti e non vedenti, per incentivare l’avvicinamento al percorso da degustatori-sommelier, in virtù delle maggiori capacità gusto-olfattive determinate dalla perdita della vista. I partecipanti che abbinano correttamente gli extravergine ai relativi descrittori olfattivi, ricevono in omaggio una fornitura di prodotti dei soci di Buonaterra.

Il Prato, all’ombra degli ulivi del vivaio De Grecis di Bari sarà allestita un’area “laboratori | giochi” dove, grandi e piccini, potranno accostarsi per apprendere i segreti dei grani antichi, del lievito madre e di quanto Giuseppe Concordia del Panificio Adriatico illustrerà ai presenti.

 
La seconda parte del percorso didattico spiega in maniera semplice e intuitiva proprietà e caratteristiche degli Evo di Puglia, attraverso la mostra “Impariamo a conoscere l’olio extravergine”, sulle proprietà e qualità dell’extravergine e le sue caratteristiche, e proiezione del video “Puglia: La storia, la geografia, il viaggio”, del regista Carlos Solito, che racconta le Dop dell’extravergine pugliesi e le relative cultivar attraverso i suggestivi paesaggi delle terre dell’olio da Nord a Sud della regione. Al termine del percorso, i partecipanti possono rispondere a un piccolo questionario, per ricevere in omaggio un campione di extravergine dai soci di Buonaterra.