homepage

In Valle d’Itria, un incantevole territorio punteggiato dalla presenza dei “Trulli”, le tipiche architetture coniche, si snoda il nostro itinerario. Lungo la strada di campagna che da Ostuni conduce a Cisternino, tra morbide valli e dolci colline sorge l’Azienda Agricola Biologica Il Frantolio di D’Amico Pietro,  di antica tradizione familiare.
L’Azienda Agricola è coltivata interamente con il metodo dell’agricoltura biologica si estende su un territorio incredibile di uliveti secolari, con varietà tipiche della zona: Ogliarola, Nardò, Cerasola, Fasola, Corna Leucocarpa e da due varietà di olivastri selvatici della nostra macchia mediterranea.
Attualmente l’azienda è condotta da Pietro D’Amico che, con i figli Antonello e Vitamaria, porta avanti il lavoro avviato dal padre Antonio. Il frantoio si sviluppa tra un’antica struttura di trulli e uno stabilimento moderno e all’avanguardia. La zona antica viene utilizzata per la degustazione e la vendita dei prodotti, mentre nello spazio moderno si possono ammirare le varie tecniche di lavorazione in sistemi tradizionali che si avvalgono di impianti moderni per garantire un’eccellente qualità ai consumatori.
La visita al frantoio è davvero un’esperienza straordinaria, Pietro con passione e amore vi dedicherà tutto il tempo necessario per comprendere e approfondire le conoscenze sull’oro di Atena.

Proseguimento per Cisternino, rievocazione di un villaggio orientale con le case tinteggiate di bianco e le chianche tirate a lucido. Curiosando tra le botteghe degli artigiani, sarà possibile acquistare ceste intrecciate di rami d'olivo, oggetti in legno e in pietra e soprattutto in ferro battuto. Sosta nei deliziosi negozietti per rovistare tra l’artigianato “chic” e lasciarsi sedurre da creazioni originali, bijoux e orecchini lavorati con tessuti e pizzi e abiti dal sapore un po’ retrò.

Quando scende la sera Cisternino si colora di allegria e dei tanti fornelli sparsi nelle strette viuzze che profumano l’atmosfera di invitanti odori di carne arrosto. Qui si perpetra la tradizione pugliese di scegliere la carne in macelleria e fermarsi a mangiarla cotta alla griglia nei tipici locali disseminati nel centro storico. Se vorrete invece una cenetta tranquilla in campagna, ad Ostuni, a pochi chilometri da Cisternino, la sosta golosa per la cena è dal ristorante Da Gigione. Barbara vi saprà deliziare con prelibatezze pugliesi dai sapori forti e indimenticabili.

Proseguimento per la dimora storica il Trullo Uascèzz, della dolce e bella Francesca Pisani, che ha creato uno dei luoghi più affascinanti della zona, un relais tra i trulli, dove la poesia regna sovrana.  “Dal naso al cielo. Pane, olive e stelle” cita il suo sito internet. Arrivarci non è facile, ma ne vale la pena. Basterà seguire le frecce bianche dal ristorante, altrimenti Francesca verrà a prendervi e vi riserverà una delle sue bellissime e bianche suite arredate con l’amore che solo un’anima gentile sa fare.

Pernottamento nella meravigliosa dimora seicentesca, tra la maestosità degli ulivi secolari e le affascinanti architetture antiche in pietra dei trulli, chiara testimonianza di un passato rurale. Dolce il risveglio nella quiete della campagna, dove a bordo piscina vi sarà servita una ricca colazione a base di torte fatte in casa e meravigliosa frutta della compagna circostante.