homepage

Il nostro viaggio alla scoperta del Salento parte da un luogo di grande fascino dove ogni pietra racconta storia, arte e archeologia. Ubicato sulla Lecce - Brindisi nei pressi di Squinzano: l'Abbazia di Cerrate è uno dei più affascinanti e significativi esempi di Romanico in Puglia, interamente decorata con mirabili affreschi oggi conservati nel Museo attiguo, testimonianza di un attivo centro produttivo. Troviamo traccia e testimonianza nei resti di due antichi frantoi ipogei e nei pozzi di raccolta dell’olio. 
Poco distante dal monumento presidio del Fai (Fondo Ambiente Italiano), ci accoglie la squisita ospitalità di Donato Taurino, proprietario dell’omonima azienda agricola www.agricolataurino.it e Presidente dell’Associazione Buonaterra. Qui si respira intensamente il calore della terra di Puglia, la gentile allegria della gente del luogo e si percepisce il suono del vento tra le foglie argentee degli uliveti curati con amore e attenzione da Donato e dal suo attivo agronomo Valentino Valzano. Donato ci accompagnerà in un percorso multisensoriale, dove soprattutto in autunno, è possibile partecipare attivamente alla raccolta delle olive in un’esperienza “contadina” tra la poesia della terra, i profumi delle olive appena frante a e il sapore di buono dell’olio EVO sulle bruschette. In tavola per il pranzo potremo assaggiare le prelibatezze della masseria e sarà il preludio di un amore difficile da dimenticare.

Il nostro itinerario prosegue per Lecce, elegante capitale del barocco pugliese. Visita del centro storico con le sue piazze e palazzi aristocratici. In piazza Duomo si possono ammirare il Palazzo Vescovile e il Palazzo del Seminario. Mentre a pochi passi da Piazza Sant’Oronzo l’occhio si perde tra straordinarie pennellate di un paesaggio morbido e ambrato dove si distingue la Chiesa di Santa Croce, massimo esempio del barocco leccese. E’ proprio il barocco a caratterizzare portali, guglie, colonne e balconi affascinando con effetti cromatici e suggestioni grazie all'uso della dorata “Pietra Leccese".
Per la cena, Piero Merazzi dell’Osteria degli Spiriti, fa gli onori di casa nel suo elegante locale in una piacevole atmosfera calda e raccolta e ci offre una cucina del territorio con grande piacevolezza. Il menù propone piatti di terra e di mare preparati con grande stile. Di respiro internazionale la carta dei vini. Pernottamento nel confortevole e raffinato bed e breakfast della stessa proprietà Spiriti Suite. Prima colazione a base di prelibatezze del territorio.

Trasferimento ad Acaya, frazione di Vernole, unica cittadella fortificata del sud d’Italia e visita del castello cinquecentesco, fatto costruire dai baroni di Acaya su richiesta dell’Imperatore Carlo V.
Nei dintorni, da non perdere la visita della Riserva naturale Le Cesine che prende il nome da zona incolta e abbandonata. L’Oasi, gestita amorevolmente dal WWF, rappresenta una delle ultime zone paludose che in passato si estendevano da Otranto a Brindisi e vi sono due stagni Salapi e Pantano Grande, alimentati dalla piogge, separati dal mare da un cordone di dune sabbiose.